Logo Historica Collectibles
Italiano English Español Français Deutsch

Spada di Giustizia o da Esecuzione "Richtschwert", Germania 1690-1720

Spada di Giustizia o da Esecuzione "Richtschwert", Germania 1690-1720 1.jpg (11907)2.jpg (11908)3.jpg (11909)4.jpg (11910)5.jpg (11911)6.jpg (11912)7.jpg (11913)8.jpg (11914)9.jpg (11915)10.jpg (11916)11.jpg (11917)12.jpg (11918)13.jpg (11919)14.jpg (11920)15.jpg (11921)16.jpg (11922)18.jpg (11924)19.jpg (11925)20.jpg (11926)21.jpg (11927)22.jpg (11928)23.jpg (11930)24.jpg (11931)25.jpg (11932)26.jpg (11933)2728

Spada di Giustizia o da Esecuzione, realizzata in Germania tra il 1690 ed il 1720.
Questa spada, realizzata completamente in ferro forgiato e battuto a mano, ha una lunghezza complessiva di 113 cm e la sua lama al tallone è larga ben 6 cm, è finemente decorata con eccezionali incisioni eseguite con la difficile tecnica del bulino "a mano libera". Mediante questa tecnica, su uno dei due lati della lama, sono stati realizzati, oltre che a raffigurazioni floreali, la figura della "Giustizia bendata" la quale personifica (Ordine, Legge, Imparzialità, Metodo e Decisione) stringendo nella mano sinistra una bilancia (simbolo di ponderatezza che le è immediatamente associata, quelle dell'equilibrio e dell'equità che è compito della Giustizia conservare o ristabilire) mentre nella destra impugna una spada a doppio filo (simbolo di forza e  potere che la Giustizia deve sempre esercitare per imporre e far rispettare i propri giudizi). Sopra di essa è riportata la "Ruota", il supplizio della ruota era comune in tutta Europa nelle più svariate forme di utilizzo. In Germania ad esempio le ossa  venivano spezzate brandendo la stessa ruota sul corpo del condannato legato a terra. Infine un "Fiore" con undici petali, il cui significato simbolico è ignoto, chiude lo spazio dedicato alle incisioni.
Oltreciò, anche sul lato opposto partendo dal forte, è presente una finissima incisione a motivo floreale, mentre a seguire incisa in lingua tedesca antica è posta la seguente frase: "Wem milde Straff nit bringet Frucht der kummet in des Meisters Zucht sein Werkzeug sey hie angeiget wohl dem der sich zur Tugend neiget" il cui significato è "A chi una lieve punizione non ha portato frutti, viene impartita la rieducazione del maestro". 
"Il lavoro e l'attrezzo vengono mostrati a colui che è incline alla virtù". Questa frase è riportata nel libro di giustizia "Bambergische Peinliche Halsgerichtsordnung" scritto da Johann Freiherr von Schwarzenberg nel 1507.
Di eccezionale fattura è l'incisione relativa il "Der Berliner Galgen" o "Pozzo di Berlino" raffigurato da una forca a tre sezioni, ad una delle quali è appeso un cappio entro il quale venivano issati i corpi dei condannati. Il pozzo sottostante la forca era atto a raccoglierne i resti. Quest'ultima risulta essere una rappresentazione rarissima da riscontrare su Spade di Giustizia, le quali venivano solitamente arricchite da incisioni più comuni.
Le caratteristiche anatomiche della guardia, del pomolo e l'eleganza dell' impugnatura, realizzata utilizzando fili di rame ed ottone  intrecciato finemente, collocano questa Spada come realizzata e utilizzata in pieno periodo barocco teutonico.
Ciò che rende ancor più affascinante questa spada è la testimonianza di un uso intenso che trova riscontro sulla lama in quanto, nel punto evidenziato in foto, è consunta per le molteplici affilature che avvenivano ogni qual volta il boia eseguiva una sentenza. Questo particolare della costante riaffilatura era dovuto in quanto il taglio della testa con la spada era riservato solo a persone altolocate e benestanti pertanto, addirittura pagando, veniva chiesto all'esecutore di porre fine alla loro vita con un colpo netto che non causasse loro ulteriori sofferenze.  
Eccellente lo stato di conservazione.

La Spada di Giustizia o da Esecuzione fu un'arma manesca utilizzata dall'Esecutore di Giustizia o più comunemente definito "boia" per le esecuzioni dei condannati alla pena capitale mediante la decapitazione. (Il boia è una figura professionale che ha il compito di eseguire le sentenze di condanna alla pena di morte).
La spada da esecuzione, si diffuse in Europa durante il periodo rinascimentale, sviluppata dal modello della spada a due mani del Tardo Medioevo, ha lama diritta a due fili di taglio ed è priva della punta.

ENGLISH VERSION:
Justice or Execution Sword, made in Germany between 1690 and 1720.
This extraordinary sword, made entirely of forged and hand-wrought iron, has a total length of 113 cm and its heel blade is 6 cm wide and is finely decorated with exceptional engravings made with the difficult technique of the "freehand". Using this technique, the figure of the "Banded Justice" which embodies (Order, Law, Impartiality, Method and Decision), in addition to floral depictions, made a balance in the left hand (A symptom of weighting that is immediately associated with it, those of equilibrium and equity that is the duty of Justice to preserve or reestablish) while in the right holds a double wire sword (a symbol of strength and power that Justice must always exert to enforce and to enforce their judgments). Above it is reported the "Wheel", wheel discontinuity was common throughout Europe in the most varied forms of use. In Germany, for example, the bones were broken by brandishing the same wheel on the body of the condemned man. Finally a "Flower" with eleven petals, whose symbolic meaning is unknown, closes the space dedicated to the engravings.
Even on the opposite side, there is a very fine floral engraving, while following the engraving in the ancient German is the following sentence: "Wem milde Straff-nit-bringet Frucht der Kummet in the Meisters Zucht sein Werkzeug sey hie Angeiget wohl dem der sich zur Tugend neiget" whose meaning is "Who a slight punishment has not brought forth, the re-education of the master is imparted".
"Work and equipment are shown to those who are prone to virtue." This sentence is contained in the book of justice "Bambergische Peinliche Halsgerichtsordnung written by Johann Freiherr von Schwarzenberg" in 1507.
An exceptional work is the engraving related to the "Der Berliner Galgen" or "Berlin Well" depicted by a three-section force, one of which hangs a loophole in which the bodies of the convicts were hoisted. The well beneath the fork was able to pick up the remains. The latter is a very rare representation to be found on Swords of Justice, which were usually enriched by more common engravings.
The anatomical features of the guard, the knob and the elegance of the handle, made using finely wired copper and brass wires, place this Sword as realized and used in the Baroque Teutonic period.
What makes this sword even more fascinating is the testimony of intense use that finds on the blade as, in the point highlighted in the picture, it is conceived for the many wrinkles that took place each time the executioner executed a sentence. This particular of the constant sharpening was due to the fact that the cut of the head with the sword was reserved only to high-minded and wealthy persons, therefore, even paying, the executioner was asked to put an end to their lives with a blow that would not cause them any further suffering .
Excellent conservation status.

The Sword of Justice or Execution was a Manchase weapon used by the Justice Officer or more commonly called "Executioner" for executions of the sentenced to capital punishment by decapitation. (The servant is a professional figure who has the task of executing death sentences).
The execution sword, spread throughout Europe during the Renaissance period, developed by the late-medieval two-handed sword model, has two straight cut knife and is devoid of tip.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti: clicca su "consento" per abilitarne l'uso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento