Logo Historica Collectibles
Italiano English Español Français Deutsch

Binocolo 8x C.P. Goerz Berlin, Sub. Lt. Const. Grecianu, Armee Mod. Lt. Colonel Jonescu, 1909

Binocolo 8x C.P. Goerz Berlin, Sub. Lt. Const. Grecianu, Armee Mod. Lt. Colonel Jonescu, 1909 1.jpg (13793)3.jpg (13795)4.jpg (13796)5.jpg (13797)6.jpg (13798)7.jpg (13799)8.jpg (13800)

Binocolo 8x Triëder Binocle, Telemeter Lt.-Colonel Jonescu, prodotto da C.P. Goerz Berlin, in pochissimi esemplari, tra il 1908 ed il 1910, destinato agli osservatori e tiratori scelti dell' Esercito Rumeno alleato con la Germania e facente parte degli Stati Centrali, durante la prima guerra mondiale.
Ciò che rende praticamente unico questo binocolo è la presenza, sull'oculare destro, di un congegno telemetrico inventato dal Tenente Colonnello Jonescu, il quale fornisce all'osservatore, informazioni essenziali e precise dell'obbiettivo che va ad interporsi tra le due linee interne all'oculare, regolabili, rispetto a ciò che si sta osservando, attraverso l'apposito pomello zigrinato. La rilevazione relativa di ciò che si sta osservando viene letta su doppia scala metrica attraverso le finestrelle del telemetro ed è così suddivisa:

INFANTERIST (Fanteria)
INTREG (In Piedi) = 1m,70 
GENUCHT (In Ginocchio) = 1m,40

CALARET (Cavalleria)
CU CAL (Soldato a Cavallo) = 2m,40
FARA CAL (Senza Cavallo) = 1m,55

Per l'utilizzo del Telemetro si procede  così:
Assicurarsi che il meccanismo telemetrico sia in posizione verticale;
Osservare una persona, un animale o qualunque altra cosa situata ad una distanza non inferiore a 50 metri;
Ruotare molto lentamente il piccolo pomello zigrinato del meccanismo telemetrico posto sull'oculare destro del binocolo, fino a che le due linee in posizione orizzontale, all'interno dell'oculare, non saranno in corrispondenza degli estremi verticali del soggetto/oggetto che si sta osservando;
Leggere la scala metrica, posta sul meccanismo telemetrico, la quale ci fornirà l'esatta distanza del soggetto/oggetto osservato.
È presente un'incisione, eseguita a mano, sulla piastra obbiettivo sinistra, la quale riporta "Sub. Lt. C. Grecianu".
Anche sul fondo della sua custodia originale in cuoio vi è inciso a mano la scritta "Sub. Lt. Const. Grecianu" ed in basso a destra una data "1909".
Il binocolo è dotato anche della sua pattina originale in cuoio per essere agganciato ai bottoni della giacca. Il sistema telemetrico e tutti i meccanismi, compreso il reticolo interno, funzionano in modo fluido e corretto. La visuale è nitida, collimata e luminosa. L'originale custodia è in cuoio completa della sua cinghia a tracolla. Questo binocolo risulta essere uno fra i più complessi mai stati realizzati, ed il primo ad avere un congegno telemetrico meccanico integrato.

La C.P. Goerz era una società di strumenti ottici e fotografici fondata a Berlino nel 1886 da Carl Paul Goerz (1854-1923), insieme a Carl Moser, ricercatore ottico, e Ottomar Anschutz, tecnico di laboratorio in stretti rapporti d'amicizia; proprio da quest'ultimo C.P. Goerz aveva acquistato nel 1889 il brevetto di costruzione del primo otturatore a tendina per macchine fotografiche capace di tempi da 1/1000 di secondo.
La società si specializzò nella produzione di obiettivi, fotocamere, telescopi e binocoli, anche per uso militare. Nel 1886 contava circa 25 dipendenti, saliti ai 2500 nel 1911, anche se nella massima espansione le maestranze toccarono i 10.000 dipendenti.
Come dimensioni non era seconda nemmeno alla Zeiss (che nello stesso periodo aveva 1000 operai in meno), ed esportava in molte nazioni, fra le quali Russia e Stati Uniti. Nel 1905 la Goerz American Optical continuò ad operare indipendentemente negli Stati Uniti fino al 1972. Nel 1908 fu fondata a Berlino la Goerz Photochemisches Werk GmbH, questa sezione del gruppo Goerz produceva pellicole per fotografia e cinema.
La Goerz ebbe un rapporto fondamentale con gli eserciti dell'epoca e le forniture militari. Essa infatti è rimasta famosa sia per i grandi binocoli da trincea (Prima Guerra Mondiale) che per i binocoli in dotazione a tutte le armi dell'Esercito Austriaco-Tedesco (compresa marina e aviazione) nonché della Bulgaria, Romania ecc. Ancora oggi si trovano innumerevoli esemplari di binocoli Goerz che hanno valore sul mercato dell'antiquariato bellico e ottico, si deve pensare che nel 1906 la Goerz aveva già prodotto e superato i 100.000 binocoli modello "Triëder", sia per uso civile che militare.
Oltre alla principale e storica fabbrica di Friedenau (Berlino) la C.P. Goerz era presente anche a Londra, Parigi e Vienna, Bratislava, Milano, Riga e San Pietroburgo. Altre sezioni erano dedicate ai prodotti chimici e anche per macchine da scrivere o da calcolo, che una divisione della società si occupò di produrre fino al 1945.
Nel 1910 la società comprò la "Sendlinger Optische Galswerke" azienda fondata da J. Von Fraunhofer e C. A. Steinheil per la produzione di vetri ottici e specchi, che la rese completamente autonoma dall'acquisto da altri rivenditori. Dopo la prima Guerra Mondiale, con il trattato di Versailles, le aziende tedesche che avevano prodotto materiale bellico, furono frenate nelle produzioni e questo portò in breve ad una grave situazione economica.
Nel 1923 Paul Goerz morì e la società in regime fallimentare, venne acquistata dalla Zeiss che, insieme alle aziende "Contessa", "Nettel", "ICA" ed "Ernemann" fondò nel 1926 la Zeiss Ikon. La divisione americana della Goertz divenne un'azienda indipendente con il nome Goertz American Optical Co. producendo obiettivi per fotocamere e continuandone lo sviluppo tecnico. Nel 1971 venne comprata dalla Kollmorgen, la quale fu assorbita dalla Schneider Optics nel 1972.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti: clicca su "consento" per abilitarne l'uso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento