Logo Historica Collectibles
Italiano English Español Français Deutsch

Beobachtungsfernrohr Ernst Leitz Wetzlar 15xL16 60=3,4°, circa 1909

Beobachtungsfernrohr Ernst Leitz Wetzlar 15xL16 60=3,4°, circa 1909 1.jpg (13195)3.jpg (13197)4.jpg (13198)5.jpg (13199)6.jpg (13200)7.jpg (13201)8.jpg (13202)9.jpg (13203)10.jpg (13204)11.jpg (13205)12

Doppelfernrohr o Beobachtungsfernrohr 15x60, prodotto dalla Ernst Leitz nel 1909 circa, per essere destinato alle postazioni di avvistamento, segnalazione e trasmissione ottica/luminosa durante la Prima Guerra Mondiale.
Questo apparato ottico infatti, fu dotato di particolari ed innovativi "Tubi Oculari" ruotanti di 360° i quali permettevano al binocolo di essere utilizzato contemporaneamente da 2 osservatori distinti: si ritenne probabilmente opportuno infatti che l'informazione rilevata fosse verificata, a volte, da 2 militari. I tedeschi e gli austriaci, infatti, non erano nuovi a questa tipologia di acquisizione e rilevamento dei dati, un esempio su tutti i Feldtelefon Mod. 09 dotati, oltre che della cornetta, di un ascoltatore per un secondo operatore.
E' dotato di un particolarissimo mirino circolare con puntatore centrale, il quale scorre su di una slitta permettendo di focalizzare al meglio un obiettivo con il rapporto 1:1.
Le informazioni 15x, "L16 60=3,4°", indicano gli ingrandimenti disponibili, la luminosità ed il campo visivo rilevato in metri e gradi, rendendolo un Doppelfernrohr davvero unico.
Fu probabilmente prodotto in un limitato numero di esemplari visto anche il notevole costo di 550 RM di allora.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, questo particolare sistema ottico d'osservazione, fu rimesso in produzione da alcune aziende dell'industria ottico bellica Giapponese.
La visione è nitida e tutti i meccanismi funzionano perfettamente.

La società Leitz è un'azienda operante nel settore dell'ottica. Essa è stata fondata nel 1869 da Ernst Leitz, noto come Ernst Leitz I (1843-1920), in quanto successore in una società del 1849 di Carl Kellner, l'Optical Institute, a Wetzlar.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti: clicca su "consento" per abilitarne l'uso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento