Logo Historica Collectibles
Italiano English Español Français Deutsch

Photo-Stereo-Binocle SPY Camera, Optische Anstalt C.P. Goerz AG Berlin, 1899

Photo-Stereo-Binocle SPY Camera, Optische Anstalt C.P. Goerz AG Berlin, 18992 (15084)3 (15085)4 (15086)5 (15087)6 (15115)7 (15116)8 (15119)9 (15117)10 (15118)11 (15120)12 (15121)13 (15122)14 (15123)

Photo-Stereo-Binocle, prodotto da Optische Anstalt C.P. Goerz AG Berlin nel 1899 circa, realizzato per essere impiegato, oltre che come binocolo revolver in 2,5x e 3,5x, anche come una vera e propria Spy Camera in quanto, al suo interno, nasconde una vera e propria macchina fotografica.
Il Photo-Stereo-Binocle o Macchina fotografica a singolo o stereoscopico negativo a lastra in formato 4,5 x 5 centimetri, ha la forma di un normale binocolo da teatro e come tale può essere utilizzato usando i 2,5 ingrandimenti, o come binocolo da "campagna" con 3,5 ingrandimenti. I 2 tubi del binocolo vengono utilizzati contemporaneamente alla camera oscura i quali contengono due dischi ruotanti su cui sono posizionati gli oculari e le lenti fotografiche. Le lenti obiettivo del binocolo sono inserite in un coperchio dotato di cerniere, dietro il quale si trova il telaio in acciaio laminato su cui sono inserite le due lastre fotografiche.
L'otturatore viene fatto scorrere e aperto per mezzo di tre perni: uno solleva l'otturatore sui due lati, il secondo solo da un lato e lascia libero l'altro tubo, e il terzo rende libero il passaggio dei raggi luminosi nei due tubi per l'osservazione ottica.
Per l'operazione fotografica, occorre mettere manualmente in posizione i dischi ruotanti  con le lenti spingendo il perno che scopre la lente sinistra, opposta al quale si mette il vetro smerigliato, effettuando la messa a fuoco, a meno che non si preferisca regolarlo automaticamente per le varie distanze tramite scala graduata riportata sul tubo di prolunga. Effettuata la messa a fuoco, si rimuove il vetro smerigliato, si monta uno o due telai e si chiude il coperchio, si solleva l'otturatore tramite quello con i perni che corrisponde al tipo di negativo (semplice o stereoscopico) che si vuole ottenere. Si apre il telaio facendo uscire le maniglie alle quali sono adattati gli anelli  per facilitarne la movimentazione; l'esposizione si effettua premendo il pulsante. Svitando questo pulsante si ottiene la foto istantanea, mentre avvitandolo a fondo si possono fare delle esposizioni con tempi lunghi. Si spinge indietro le maniglie, si abbassa il coperchio e si rimuove il telaio premendo sul gancio.
Per le esposizioni istantanee la velocità dell'otturatore può essere regolata dalla vite posta sul lato destro dei tappi; quando il perno è completamente svitato (cioè quando il bottone è tutto avvitato verso destra) il tempo di esposizione è di 1/60 di secondo, quando il perno è avvitato a fondo (cioè quando il bottone è tutto avvitato verso sinistra) il tempo di esposizione è di 1/20 di secondo. Posizionando il perno con il segno che porta al centro, si ottiene la velocità media di 1/40 di secondo.
Per fare la foto ritratto, si fissa la macchina fotografica su un cavalletto utilizzando il foro filettato.
Nel 1899, il Photo-Stéréo-binocle, veniva venduto con due doppie lenti anastigmats Goerz, serie III; una tasca contenente 24 telai 4,5 x 5 in acciaio e una custodia in pelle ed il suo prezzo era di 375 franchi.
Nel catalogo Goerz, pubblicato nel 1903, si legge: “Ci sono due cose prima di tutte le altre che al turista piace avere sempre con sé: un bicchiere da campo e una macchina fotografica". Il pubblico itinerante accoglierà quindi con soddisfazione uno strumento che combina fotocamera, binocolo da campo e da teatro in uno.
Concludendo, il Photo-Stereo-Binocle Goerz, può essere usato come binocolo da teatro, da campo, come fotocamera oppure fotocamera stereoscopica.

The Photo-Stereo-Binocle is a miniature plate camera for mono or stereo exposures, disguised as a pair of binoculars (and in fact, McKeown states that the camera can actually be used as such) made by Goerz of Berlin from about 1899 to 1910. It takes 45x50 mm plates, singly or in pairs. It has 75 mm f/6.8 Dagor lenses; McKeown states that a Model II of the camera was made with cheaper Lynkeioskop lenses. There is a Newton finder on top of the camera. In use as a camera, the 'binoculars' are rather unconvincing as a disguise; they are held back-to-front, with what seem to be eyepieces facing forwards.
Review from 1899
Here follows an extract from a review in a Dutch photomagazine dated April 1899 :
A major plus of this instrument is the fact that in order to switch use from camera to binoculars/opera glass and vice versa it is not necessary to take it apart. In figure 1 one sees at the top between the lenses 3 pins. By pulling the front pin the 2 other (vertical ones) follow and both shutters will be cocked so the Binocle can be used as a stereo camera. If the middle pin is pulled the rear one follows and only one shutter is cocked so the Binocular acts as a normal camera. If only the rear pin is pulled the Binocular acts as an opera glass or binoculars.
The lenses "O" (see figure 2) needed for use as binoculars can be found in the lid "D". With the lid open it is possible to place a screen "M" and/or the plate chassis "C" for making photos.
When using as an opera glass turn the serrated wheels "m" (see figure 3) in the correct direction. For use as binoculars turn the wheels "m" in the other direction. Focus adjustment is done like any other binoculars.
If used as a camera the following things have to be noted. The size of the plates is 4.5 by 5 cM. First of all pull the middle pin (figure 1), adjust the wheels "m" (figure 3) to the correct position and apply the matte screen "M" (figure 2). Then focus like any other binoculars. For working without a screen there is a focus scale provided (figure 1) which gives the distance in meters. Then the plate chassis (see figure 4) can be placed and the lid "D" (figure 2) closed.
Next the shutter can be cocked. As told before for a single photo by pulling the middle pin and for a stereo photo by pulling the front pin. The chassis slides have to be opened by pulling the ring(s) "K" (see figure 2 and 6). To the right (see figure 1) is a knob which adjusts the shutter speed. Speeds are possible between 1/20 en 1/60 second. The exposure is made by pushing the release button "c" (figure 2). When the release button is slid out there follows a moment exposure, when the button is slid in a time exposure. For time exposures it is possible to mount the Binocle to a tripod by using the thread "q" (see figure 3). After the exposure the lid(s) of the plate chassis have to be closed and the chassis then can be put into their case (see figure 5).
It is clear that this device, though a bit complicated, has a very ingenious design. It looks worthwhile as a travel camera and the name Goerz assures quality. This is not a toy!
Referenza: http://camera-wiki.org/wiki/Photo-Stereo-Binocle
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti: clicca su "consento" per abilitarne l'uso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento