Logo Historica Collectibles
Italiano English Español Français Deutsch

Funk Station Tragbare Sende-Empfangserät für Telegrapie und Telefonie (k.u.k.) Modell K. ST. M.17. Jahr 1917

Funk Station Tragbare Sende-Empfangserät für Telegrapie und Telefonie (k.u.k.) Modell K. ST. M.17. Jahr 1917 2.jpg (8724)3.jpg (8725)4.jpg (8726)5.jpg (8727)6.jpg (8728)7.jpg (8729)8.jpg (8730)9.jpg (8731)10.jpg (8732)11.jpg (8733)12.jpg (8734)13.jpg (8735)14.jpg (8736)15.jpg (8737)16.jpg (8738)17.jpg (8739)18.jpg (8740)19.jpg (8741)20.jpg (8742)21.jpg (8743)22.jpg (8744)23.jpg (8745)24.jpg (8746)25.jpg (8747)26.jpg (8748)27.jpg (8749)28.jpg (8750)29.jpg (8751)30.jpg (8752)31.jpg (8753)32.jpg (8754)33.jpg (8755)34.jpg (8756)35.jpg (8757)36.jpg (8758)37.jpg (8759)38.jpg (8760)39.jpg (8761)40.jpg (8762)41.jpg (8763)42.jpg (8764)43.jpg (8765)44.jpg (8766)

Funk Station Tragbare 40 Watt Kurzwellen Sende-Empfangserät für Telegrapie und Telefonie Modell 1917" ovvero "Stazione Radio Rice-Trasmittente Portatile da Campo per Telefonia e Telegrafia, modello K.ST. M.17" (Kleinen Stationen Modello 1917), prodotto dalla Siemens & Halske di Vienna (System Telefunken) nel 1917 per l'Esercito dell'Impero Austro-Ungarico.
Nel 1917 l' Oberkommando der K.u.K., resosi conto che da li a poco la guerra sarebbe entrata in una fase cruciale per le sorti dell'Impero, decise di modernizzare in tempi brevissimi i sistemi tecnologici militari utilizzati per le comunicazioni radio, tra l' Alto Comando ed i reparti di linea, ritenendo che potesse essere una delle chiavi fondamentali per l'esito favorevole del conflitto. Sino ad allora infatti, l'esercito disponeva di mezzi di comunicazione ingombranti o dipendenti da linee telefoniche e telegrafiche interconnesse le quali, molto spesso, venivano danneggiate o interrotte dai quotidiani eventi bellici.
Venne ritenuto opportuno dotare alcuni importanti reparti di un mezzo di comunicazione innovativo, che fosse di facile trasportabilità, di semplice utilizzo, ma sopratutto che fosse di piccole dimensioni, tanto da poter essere trasportato ed utilizzato in quei luoghi dove non erano presenti o era impossibile installare linee atte alle trasmissioni, facilitando così i Comandi Militari a una rapida e sicura comunicazione con reparti  in avamposti e fronti alpini  situati anche ad elevate distanze e quote. 
Fu cosi che l' Oberkommando der K.u.K. commissionò, alla Siemens & Halske di Vienna, la realizzazione della prima Stazione Militare Radio Rice-Trasmittente Telegrafica e Telefonica  portatile al mondo: La K. ST. M.17.
Nacque così la piccola stazione radio formata da tre apparati: Generatore d'Onda, Accordatore d'Antenna e Rice-Trasmettitore, leggeri, compatti e dotati di cinghie a tracolla per agevolarne il trasporto: per questo evidente motivo si ritiene che fosse destinata proprio a quei reparti operanti in prima linea frequenti a ripetuti spostamenti.
Questa radio trasformò il modo di comunicare rendendolo più veloce, semplice e sicuro, grazie all' innovazione tecnologica "Wireless" la quale consentì a questo apparato, dotato di una potenza di 40 W, di  trasmettere o ricevere a distanze di oltre  20 Km.
È presente la sua originale cornetta, anch'essa marcata Siemens & Halske perfettamente conservata da riporre in apposita tasca all'interno dell'Empfänger.
A seguito dello sfavorevole esito della guerra, che vide nel 1918 la caduta dell'Impero Austro-Ungarico, ne conseguì la causa della limitatissima produzione di questa Stazione Radio Ricetrasmittente: infatti questo apparato venne prodotto per un solo anno in un esiguo numero di esemplari.
Attualmente risulta essere l'unico esemplare conosciuto.
Oggetto di eccezionale valore storico e collezionistico.

English Version:
TRAGBARE 40 Watt Kurzwellen Sende-Empfangserät Telegrapie und für Telefonie or "Radio Station Rice-transmitter Portable Field for Telephony and Telegraphy, model K.ST. M.17" (KleinenStationen Model 1917), produced by Siemens & Halske Vienna (System Telefunken) in 1917 for the Army of the Austro-Hungarian Empire.
In 1917, the 'Oberkommando der K.u.K. realizing that a little later the war would enter a crucial phase for the fate of the empire, attempted a strategic turning point which was expected to be one of the keys to the favorable resolution of the conflict: modernizing very quickly the technological systems used in military radio communications between High Command and the line departments. Until then, in fact, the army possessed media bulky or employees by telephone and telegraph lines interconnected, which very often, were damaged or disrupted by the daily war.
It was considered essential for the army to use innovative means of communication, it was easy to transport, easy to use, but most of it was small enough to be carried and used in those places were not present or was impossible install lines designed to transmissions, thus facilitating the Military Commands rapid and safe communication with departments located in outposts and alpine fronts even at considerable distances.
Thus the Oberkommando der K.u.K. commissioned, Siemens & Halske Vienna, the construction of the first railway Military Radio Transmitter Rice-Telegraph and Telephone handset in the world: The K. ST. M.17.
Thus was born the small radio station consists of three devices: Wave Generator, Tuner Antenna and Rice-transmitter, light, compact and equipped with shoulder straps for easy transport: for this obvious reason, it followed that it was intended precisely those departments operating at the forefront frequently repeated movements.
This radio changed the way to communicate, making it easier and safer, thanks to technological innovation "Wireless" which allowed this apparatus, with a power of 40 W, to transmit or receive up to distances of over 20 km.
There is, perfectly preserved, its original handset, to store in a special pocket inside of the Empfänger.
The unfavorable outcome of the war, which in 1918 saw the fall of the Austro-Hungarian Empire, was the cause of the limited production of this station Radio Transceiver: In fact this system was produced for only one year in a small number of specimens.
Only known specimen known in superb condition.

Nel Dicembre del 1846, Werner von Siemens scrisse al fratello William: "Ho ormai praticamente deciso di intraprendere una carriera da telegrafista". La pietra angolare di questa carriera nasce dall'idea di costruire un trasmettitore telegrafico utilizzando una scatola di sigari, latta, pezzi di ferro e un po di filo di rame isolato. Il dispositivo fu di gran lunga superiore agli apparecchi di uso comune fino ad allora. A trenta anni, Siemens affidò la costruzione del telegrafo ad un meccanico di nome Johann Georg Halske, che conosceva dalla "Società di Fisica", un'associazione di giovani ambiziosi ricercatori. Halske produsse un apparato sperimentale per molti noti scienziati di allora, così come produsse prototipi nel campo della meccanica di precisione, la fisica, l'ottica e la chimica. Werner von Siemens riusci a convincere lo scettico Halske del potenziale dei suoi progetti di ingegneria. Calcoli accurati, il volume degli ordini previsti rese Halske entusiasta delle idee visionarie del giovane ufficiale con il qualer decise di condividere i rischi di una nuova società fondata con il giovane Siemens nel 1847. Dal momento che i singoli telegrafi erano fatti a mano, non vi era alcuna necessità di acquistare grandi macchine il che significa che la quantità di capitale necessario da parte dei fondatori (nessuno dei quali aveva molto denaro) era molto poco. Inoltre, Halske, mise a disposizione la sua grande esperienza per la gestione artigianale e l'organizzazione di un punto vendita o workshop, mentre Siemens contribuì con i suoi brevetti. Il capitale iniziale di 6.842 talleri - poco più di di 20.000 marchi, fu fornito dal dal cugino Werner e Johann Georg Siemens, un magistrato e padre del cofondatore di quella che sarà in futuro la Deutsche Bank. Werner von Siemens, Johann Georg Halske e Johann Georg Siemens firmarono accordo di collaborazione il 1 Ottobre 1847, data ufficiale di fondazione. Meno di due settimane dopo la firma del contratto, il "Siemens & Halske Telegraph Construction Company" iniziò a fare affari in un edificio dietro un cortile a Berlino il 12 Ottobre del 1847. In pochi anni, l'attività composta da 10 persone, crebbe notevolmente e divenne una società "elettronica" a livello internazionale. Siemens & Halske, negli anni successivi, ampliarono il numero di filiali in altri paesi europei. La società si guadagnaò il riconoscimento internazionale per riuscire condurre a termine i progetti su larga scala che erano tecnicamente complessi e che avevano aumentato di molto il "rischio d'impresa", come ad esempio la costruzione della linea telegrafica indoeuropea e la posa del primo cavo telegrafico transatlantico diretto. Al momento della morte di Werner von Siemens, avvenuta nel 1892, la sua azienda stava generando quasi 20 milioni di marchi proventi dalle vendite; Siemens aveva impiegato 6.500 persone in tutto il mondo, 1.725 dei quali al di fuori della Germania. L'obiettivo personale del fondatore era quello di "costruire una carriera" attraverso telegrafia e come ha poi accaduto, "ottenere riconoscimenti in tutto il mondo come un uomo di scienza e come tecnico. Werner von Siemens rimane uno degli innovatori più importanti dell'ingegneria elettrica anche oggi, e il suo spirito pionieristico continua a plasmare la Siemens. La Siemens & Halske AG venne fondata nel 1897 quando la precedente "Telegraphen-Bauanstalt Siemens & Halske" diventò una società per azioni. Quando, nel 1903, la Siemens & Halske cominciò una collaborazione con la Schuckert & Co fondando la Siemens-Schuckertwerke, la Siemens & Halske AG si specializzò in ingegneria delle comunicazioni.
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti: clicca su "consento" per abilitarne l'uso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento